EstroTeatro - Via Venezia 1, 38122 Trento - Tel. 0461/235331 - P. IVA e C.F: 02308240221 / Privacy e Cookie Policy

Alessia Ilva Cacco

Nata a Venezia il 28 febbraio 1985, ha conseguito la laurea triennale in Arti Visive e dello Spettacolo e la laurea magistrale in Scienze e Tecniche del Teatro all'università IUAV di Venezia. Durante gli anni universitari ha frequentato laboratori di drammaturgia, regia, scenografia, costumi e illuminotecnica, contribuendo alla messa in scena di progetti teatrali universitari a cura di professionisti del settore. Prima di conseguire la laurea specialistica ha fondato la compagnia teatrale Empusa Teatro, sperimentando così la professione anche al di fuori dell'ambito universitario. Ha proseguito la propria carriera sviluppando alcuni progetti personali e oggi lavora principalmente in qualità di regista nella compagnia teatrale Malmadur. Negli ultimi cinque anni affianca al lavoro di regista quello di assistente alla produzione per La Biennale Danza e La Biennale Teatro di Venezia. In questo ambiente internazionale viene a stretto contatto con il lavoro di alcuni tra i più importanti coreografi e registi contemporanei.

Andi Begolli

Io sono nato il 4 di Luglio dell'anno 1983 nella città di Burtel, Albania. Ho finito l'università di arte! Regia di teatro, Tirana! Ho scritto una dramma e un mono dramma. Il monodramma lo messo nella scena come regista! Ho interpretato vari ruoli nel' Teatro nazionale e nel' Teatro Nazionale Esperimentale con dei registi albanesi e stranieri. Questo mi ha aiutato molto per quanto riguarda la regia. Sono autore e scrittore di documentario "From Puka with love". Sono 10 anni che faccio l'attore nella duplicazione della lingua Albanese. Ho interpretato diversi ruoli in tanti corto e medio metraggi.  Ho molti mesi in scene teatrali in diversi città di Albania e Kosovo. Ho realizzato anche la prima serie di Sitcom. Adesso sonno impegnato nel Teatro Nazionale sperimentale "Kujtim Spahivogli" in Tirana.

Andrea Bizzarri

Classe 1989. Laurea con lode in Lettere Moderne, con una tesi su Diana e la Tuda di Luigi Pirandello, si avvicina al mondo del teatro sin da bambino. Dai laboratori scolastici con Francesca Satta Flores, alla scuola di Claudio Boccaccini, è impegnato in molti teatri di livello nazionale con spettacoli di alto profilo. Da L'ultimo volo (2011, Teatro Nuovo Colosseo) a Le belle notti (2012, Teatro Ghione), scritti da Gianni Clementi e diretti da Claudio Boccaccini, passando per Romeo e Giulietta (2012, Teatro Ghione) e La parola ai giurati (2013, Teatro Nino Manfredi e Teatro Ghione), sempre per la regia di Boccaccini, fino a Clonazione da Tiffany (2016, Teatro Roma), diretto da Vanessa Gasbarri. Insieme ad Alida Sacoor e a Roberto Bagagli, fonda e presiede la Readarto Officine Artistiche con cui allestisce opere di successo, alcune scritte e dirette:Diana e la Tuda di Luigi Pirandello (2013, Teatro Nuovo Colosseo e Teatro Nino Manfredi), di cui cura la regia, Viva la guerra! (2014 - 2016, Teatro dell'Orologio e Teatro Nino Manfredi) e Siamo tutti buoni (2016, Teatro dell'Orologio) di cui è autore e regista. Si aggiunge una folta schiera di spettacoli per ragazzi, tra cui Odissea, Il Piccolo Principe e Leonardo. Storie da una scrivania.

Angelo Campolo

Diplomato alla “Scuola del Piccolo Teatro di  Milano - Teatro d’Europa”, fondata da Giorgio Strehler e diretta da Luca Ronconi. Ha vinto il premio “Scintille” alla trentacinquesima edizione del Festival Teatrale di Asti con l’adattamento in chiave contemporanea del dramma shakespeariano “Otello”, selezionato inoltre al Festival “Benevento Città Spettacolo” nel 2013.  Di recente ha vinto il premio Maldipalco riservato ai giovani attori under 32, organizzato da Tangram Teatro di Torino in collaborazione con Sistema Teatro Torino, Fondazione CRT e Fondazione Piemonte dal Vivo.  In teatro ha lavorato sotto la direzione di Luca Ronconi ed è stato protagonista per Antonio Calenda , Vetrano e Randisi, Stefano De Luca, Armando Pugliese, Giampiero Cicciò e Ninni Bruschetta, che di recente lo ha diretto in Amleto.  In televisione ha recitato tra i protagonisti della popolare miniserie TV su Raiuno “Tutti i padri di Maria” (2011) per la regia di Luca Manfredi. Ha inoltre preso parte a due stagioni di “Distretto di Polizia” ed a “Squadra Antimafia 6”.  Per il cinema è stato diretto da Renato De Maria, Louis Prieto, Pappi Corsicato e Wim Wenders. È stato sceneggiatore e regista dei corti “A domani” (2002) premio della giuria al Taormina Film Fest, “Un’altra mattina” (2010), premio del pubblico al programma televisivo “La 25esima ora” su La7.  Nel 2016 è nuovamente in TV tra i protagonisti di  “Non Uccidere”, la serie d’autore RAI firmata da Giuseppe Gagliardi, e al cinema tra i protagonisti di “Seconda Primavera” il nuovo film di Francesco Calogero. 

In collaborazione con “E.A.R. – Ente Autonomo Regionale - Teatro Vittorio Emanuele” di Messina, da due anni è il direttore didattico di “Laudamo in Città”, un articolato progetto di formazione e produzione che ha coinvolto più di 120 allievi, seimila spettatori e numerose compagnie under 35 della scena italiana.  Di recente, sempre in collaborazione con l’E.A.R. Teatro Vittorio Emanuele di Messina, ha curato la docenza e la direzione artistica di “Progetto Parola Pasolini”, portando sulla scena, come autore e regista, un gruppo di giovani migranti africani affiancati da attori italiani in VENTO DA SUD EST.

Ashai Lombardo Arop

Attrice, danzatrice, coreografa, regista. Laureata con lode in Discipline Teatrali all'Università degli Studi di Bologna. Nel 2007 fonda Danzemeticce/WorlDance, associazione culturale, nata per la diffusione della danza e le arti performative come veicoli transculturali. Autrice ed interprete degli spettacoli: “A piedi nudi sul cemento”, “Tammurriata Nera. Una tammurriata d'espressione africana”, “Senza Radici” , “Hieros Gamos. Sacro Vincolo”. Ha messo in scena il testo inedito Pensare. Programma delicato della drammaturga contemporanea Laura Bucciarelli. Ha vinto i premi: Bianco&Nero (Accademia d'Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine), Finestre di Teatro Urbano, Figli di tante patrie (Roma Multietnica), TAT - Talenti A Teatro (Teatro Olimpico di Roma). Premio Miglior Regia ex aequo, al concorso Note di Regia 2014 del Teatro Hamlet di Roma, con una scena tratta dalla Medea di Euripide. Attualmente in scena con il suo nuovo spettacolo “Esodo. 1876-1976”.

Auretta Sterrantino

Regista e drammaturgo con alle spalle una formazione classica, ha coltivato parallelamente gli studi di antichistica e la passione per il teatro. A partire dal 2012 ha scritto e diretto tra gli altri: ProTesto, Matrioska, Erebo. Il lungo Addio, Quando, come un coperchio, InSomnium. E si sciolgon le ore, Nudità. Chiaroscuro permanente, Caino. Homo Necans; ha curato l’adattamento e diretto Adolphe. The importance of being…. È direttore artistico a Messina di una rassegna teatrale di nuova drammaturgia Atto Unico. Scene di Vita, Vite di Scena, prodotta da QA-QuasiAnonimaProduzioni, di cui è fondatore con Vincenzo Quadarella. A partire dal 2007 ha collaborato con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico (Fondazione INDA) a Siracusa tra l’altro come consulente alla drammaturgia per gli spettacoli “Canti e suoni dall’Orestiade” da un’idea di Fernando Balestra (2008 e 2009), Supplici di Eschilo regia di Tatiana Alescio (2009), Baccanti di Euripide per la regia di Antonio Calenda (2012), Dèi Eroi e Poeti regia di Carmelinda Gentile (2013), spettacolo omaggio per il centenario della Fondazione. Da quest’anno insegna all’ADDA, l’Accademia d’Arte del Dramma Antico dell’INDA.

Claudia Genolini

Claudia Genolini è un’attrice, cantante e regista romana. Formatasi prima nell’Accademia di recitazione Auroville di Augusto Zucchi e successivamente laureatasi in Arti e Scienze Dello Spettacolo alla Sapienza di Roma, Claudia ha iniziato a muovere i primi passi nella recitazione già da piccolissima, ad 11 anni, quando per la prima volta entrò in uno stabilimento di doppiaggio.

Poi a 18 anni, il suo debutto in teatro, il primo di una lunga serie. Ha lavorato con Augusto Zucchi, Alessandra Costanzo, Monica Samassa, Francesca Draghetti, Oreste Lionello e molti altri grandi maestri ma a 26 anni per la prima volta Claudia si cimenta nella regia, con il rinomatissimo testo di Patrick Marber, “Closer”. Dopo questo primo debutto ne seguirono altri 6 e Claudia in quattro anni portò a termine 7 regie di cui 4 campioni di incassi della stagione al botteghino.

Nel 2012 forma la  sua compagnia teatrale “Freaky Lab” che si distingue per mettere in scena spettacoli sempre attinenti al sociale, quasi tutte black comedy, ed è proprio con una di esse che Claudia arriva Semifinalista al Fringe Festival di Roma 2015, con la black comedy scritta con il suo storico collaboratore Tommaso Arnaldi, “Point of View”. Fra i suoi lavori Claudia fu inoltre la prima regista italiana a mettere in scena ed ottenere i diritti del celebre film “Amore mio aiutami” di Alberto Sordi, messo in scena dalla regista romana a Roma nel celebre teatro trastereverino “Spazio Uno”.

Elio Colasanto

Collabora, come assistente alla regia, alla messa in scena degli spettacoli Have I None (non ne ho) e DURAMADRE diretti dal Premio Ubu Licia Lanera e prodotti dalla compagnia FibreParallele, per la stessa compagnia collabora anche al progetto Magnanimo Animale volto alla selezione attori per gli stessi spettacoli.

Frequenta la Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, ed in seguito, per approfondire la sua formazione, segue da vicino la compagnia Balletto Civile diretta dall’attrice e danzatrice Michela Lucenti.

Nel 2014 assieme ad Alessia Garofalo fonda la compagnia Contromano Teatro ed il primo spettacolo prodotto: Nella Gioia e Nel Dolore, vince il Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2014, vince il Festival Voci dell’Anima 2015, è Menzione Speciale C-dap Più che Danza | CRT Milano 2015 ed è finalista Festival Inventaria | Teatro dell’Orologio 2015. Firma la regia e la drammaturgia di POP CORN [d i o s o l o s a c o s a] che debutta a giugno 2016 al festival Primavera dei Teatri diretto dal Premio Ubu Saverio La Ruina.

Firma anche la regia de l’Histoire du Soldat commissionata e prodotta dal Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari. 

Elisa Parrinello

Elisa Parrinello danzatrice, performer, regista, pittrice, scenografa e autrice di testi e spettacoli teatrali, cresce in una famiglia d’arte e fonda insieme ad essa il Teatro Ditirammu a Palermo. Dal 2006 avvia la  "Piccola Scuola Teatrale Ditirammu lab" con attività di formazione nel campo del teatro-danza-creativo.

Autrice di storie e racconti "Farseschi" del genere "Tragi-comic" narrati tra musiche esaltanti e performance cantate e danzate in forma "Folle", il più delle volte ispirate ai personaggi popolari della tradizione, come i "Cantastorie" e i “Cuntastorie". Esperta di canto e danza popolare siciliana, ha portato spettacoli teatrali e di musica popolare in molti paesi del mondo come Canada, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Inghilterra, China.

Emiliano Russo

Emiliano Russo classe 1986. Dopo la Laurea in Mediazione Linguistico Culturale presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su Sarah Kane, nel 2010 viene ammesso al Corso di Regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma, dove nel novembre del 2013 si diploma. Nel dicembre 2011 vince una borsa di studio bandita dalla S.I.A.E. per la miglior regia di un corto teatrale. Nell’agosto 2012 viene scelto come studente più meritevole e vince una borsa di studio internazionale per un workshop tenuto dal regista tedesco Matthias Langhoff e dal drammaturgo francese Michel Deutsch a Delfi, in Grecia. Nel settembre 2012 partecipa alla 69a Mostra del Cinema di Venezia, con il film collettivo 6 sull'autobus, in quanto regista dell’episodio dal titolo Unghie (in nomination per la sesta edizione del Queer Lion Award). Il suo from PINOCCHIO (2013), è stato premiato per la miglior regia e il miglior progetto internazionale al festival Setkani/Encounter di Brno (Repubblica Ceca, aprile 2014) e sempre per la miglior regia nel 2016 per il DO.IT. Festiva di Roma. Nel maggio 2014 è stato ospitato al Festival Internazionale di teatro Your Chance di Mosca, e nel 2015 ha diretto attori russi per una performance presso il Maly Theatre di Mosca. Nel 2015 tiene una residenza artistica in collaborazione con Marigia Maggipinto del Tanzthetre Wuppertal. I suoi ultimi lavori sono "Assolutamente Deliziose" di Claire Dowie (2015) e "Girls Like That" di Evan Placey (2016). Spettacoli inediti in Italia di cui ha curato anche la traduzione.

Felice Panico

Nasce a Napoli il 04/07/ 1981. Nel 1999 si trasferisce a Roma dove  nel 2004 si laurea in Saperi e Tecniche dello Spettacolo presso l’Università “La Sapienza”. È' un regista, autore ed attore di teatro. Dal 2010 è direttore artistico e regista del laboratorio teatrale  per allievi attori under 30 promosso a Pomigliano D' Arco (NA) dall' Ente Teatro Pubblico Campano.   Nel 2013 vince il premio  “Carlo Feltrinelli-Il Razzismo E' Una Brutta Storia (sezione teatro)” con lo spettacolo “Vai, Vivi e Diventa”.Ha collaborato con Marco Baliani, Roberto Andò, Giancarlo Sepe, Piero Maccarinelli, Giuseppe Bertolucci, Rocco Papaleo, Alessandro Haber, Giovanni Veronesi e Giampiero Solari. Nel 2015 ha firmato la regia dello spettacolo “The Open Game” prodotto dal Teatro Stabile di Napoli. Vive a Roma, lavora dove può.

Gianluca Alberti

Gianluca Alberti è autore, regista ed attore teatrale. Si forma all’Accademia della Voce sotto la guida di insegnanti quali Fabio Maccarinelli, Giacomo Gamba, Fabio Banfo e Luciano Colavero. Prosegue la sua formazione con, tra gli altri, il Teatro Valdoca di Cesare Ronconi, Teatrino Giullare. Partecipa come attore a spettacoli di Fabio Maccarinelli (Terra Nera – 2012), Giacomo Gamba (Caligola 2009 – Gigaflop 2011), Alessandro Mor (La fine del Titanic 2011), Giacomo Andrico (La piccola Città 2010), con alcuni dei quali collabora stabilmente sia come attore sia come Drammaturgo e assistente alla Regia. Come autore e regista ha scritto e diretto numerosi spettacoli, tra i quali, Il senso dell’abbandono (Teatro di Sconfine – 2009), Deserto (Piccola compagnia Stabile di Brescia – 2011), Si può sempre morire meglio (Teatro di Sconfine, in collaborazione con Elena Bonini – 2012), La Folie (Cento per cento teatro - 2015). Per la casa Editrice Starrylink ha pubblicato due libri di narrativa: “Storie di Confine” (2004) e “Giorgio K”(2007). Si occupa inoltre di regia cinematografica con la produzione di cortometraggi quali L’alba dentro l’imbrunire (2015).

Gianni Spezzano

Attore, drammaturgo e regista teatrale, dopo il percorso universitario in Scienze della Comunicazione, consegue un BA in Performing Arts presso la Link Academy con la tesi “Scrittura scenica: metodologia per un gruppo di lavoro che vuole fondare la sua ricerca sul potenziale umano/attoriale.” Con Cristel Checca fonda l’11 settembre 2014 la compagnia Cerbero Teatro (Roma/Napoli/Latina), per la quale scrive, dirige ed interpreta.

Vincitore del premio Pop Drama con "Donna di cuori", cura la regia e la drammaturgia di Bambolina al Fringe Napoli festival ed è finalista al premio scenario 2015 con "2001: odissea sulla terra".

Idriz Gjokaj

Sono Idriz Gjokaj, nato al 03.03.1978 in Tuz, Montenegro. Da quando ero piccolo, sono stato parte attiva degli proggetti culturali in Tuz e poi all’Universita del Arte, a Tirana. Ho lavorato su diversi proggetti durante gli anni di studio: drammaturgo, co-direttore e attore al “Gjaku” (E. Koliqi); co-direttore e attore protagonista al “Ajaksi” (Sofocle); co-direttore al “Rikardi i tretë” (W. Shakespeare); co-direttore e attore al “Ariu” (A. Cehov); co-direttore e attore protagonista al “Duke pritur të hënën” (K. M. Elsina) ecct. Altretanto ho lavorato: direttore artistico nel Festival Nazionale in Tetovo (Macedonia, 2009) e Drenas (Kosovo, 2012); direttore, moderatore, interprete nel programma artistico dedicato alla santificazione di Madre Teresa,  organizzato dalla associazione “Dedë Gjon Luli”, Tuz; direttore al “Halit Gashi”, Tuz; assisstente alla regia in “Ocevi su gradili” (“I padri hanno costruito”), nel Teatro Nazionale in Montenegro, Podgorica; direttore al “Britma e një gruaje” (Fadil Kraja), Tuz; direttore al “Allegretto Albania” (S. Çapaliku), nel Teatro Nazionale in Montenegro, Podgorica; direttore di apertura e chiusura del  XX Festival Internazionale del Film, in Tivar, Montenegro (con la partecipazione di 40 paesi e piu di 80 gruppi da tutto il mondo); regista e direttore artistico del programma artistico di tutte le assosiazioni culturali in Tuz, nella cerimonia di inaugurazione del memoriale di Dedë Gjon Luli, in Tirana, nel Museo Nazionale. In questo breve CV, ho accennato gli lavori piu importanti nel campo della regia.

Irene Paoletti

Attrice grossetana (nata nel 1978) inizia l'attività teatrale nel 1995. Si diploma a Roma presso l'Accademia nazionale d'Arte drammatica Silvio D'Amico nel 2004. Da allora si occupa di varie attività teatrali: teatro sociale (Teatro in carcere), teatro e danza, formazione teatrale, organizzazione di eventi teatrali, collaborando per molti anni con varie compagnie della Toscana. Nel 2010 fonda la propria Compagnia teatrale Arts & Crafts di cui diventa regista, dando vita a numerosi spettacoli di teatro contemporaneo che si ispirano alle più suggestive leggende di cultura popolare o alla memoria storica.

Il suo teatro “site-specific” si insedia nei luoghi naturali e rurali più suggestivi per diffondere un linguaggio poetico evocativo intriso di emozione.

Dal 2014 la compagnia fa ingresso nei teatri con spettacoli di prosa, teatro e danza e Circo-teatro per bambini senza mai abbandonare la poetica contemporanea della suggestione e delle forti emozioni.

Ledian Gjeci

Nato a Lushnje (Albania) in 11/05/1992. Nel 2013 si è laureato laurea in primo livello di studi (Bachelor) 'Università delle Arti di Tirana a': 'teatro Direzione e spettacolo', dopo il 2015 finisce master nello stesso campo. Durante gli anni di studio lancia opere esperienza come insegnante di recitazione al liceo, come attore nei teatri, doppiaggio Studio, etc. Anche come un regista teatrale in diversi progetti. Poi si impegna per un anno e mezzo in TV Klan nello spettacolo "E djela shqiptare" come assistente del presentatore Ardit Gjebrea, e poi di nuovo con due progetti in teatro come attore e regista assistente del professor Stefan Capaliku.

Luigi Maria Rausa

Dal 2007 frequenta la scuola del teatro Biondo di Palermo dove ottiene il diploma nel 2009 anno in cui contemporaneamente supera gli esami di ammissione all’Accademia dei filodrammatici di Milano dove si diplomerà nel 2011. Dopo il diploma accademico si specializza con maestri del calibro di Luca Ronconi, R. Spregelburd, M. Farau, L.Mucci, C.Collovà, C. Autelli, M.Spicuzza, Paolo Rossi, Cesar Brie e lavora con L. De Fusco, R. Trifirò, S. Solida, A. Braidotti, C. Pasca, K.Arutyunyan,  L. Loris, F. Leschiera, P. Mannina, Lia Chiappara, B. Sicca, E.Nekrosius. Nel 2013 vince il premio di attore dell'anno per la rubrica "Saltinaria" di Milano con lo spettacolo "Una disprezzata sera d'autunno" di F.Durrenmat. Lavora come assistente alla regia di Roberto Trifirò affrontando Ibsen e Pirandello per debuttare come regista nel 2016 con “Carne macinata extra” tratto da testi di S. Mrozek.

Madi Selimi

Madi Selimi nata a Tirana 05-06-1984

2008-2013 Laurea in regia del teatro, Universita di belle Arti, Tirana

2015-ass.regia  dance theater “Kontraversal”al teatro Esperimentale a Tirana

2014-ass.regia parte per bambini”grinc rub ail natale” teatro Esperimentale Tirana

2012-regia di “American Buffalo” di David Mamet,teatro metropol Tirana

2011-regia di “L’Amante ”di Harold Pinter, teatro metropol Tirana

2010- regia di “L’Orso”di Chehov, sala black box Tirana

2010-regia del monodrama scritto da me “Riflessioni”sala black box Tirana

Attualmente lavoro al teatro nazionale Esperimentale Kujtim Spahivogli come coordinatrice.

Marianna Esposito

Marianna Esposito
Regista, attrice e insegnante di recitazione.
Inizia la sua formazione a 14 anni e nel tempo si specializza in metodo
Stanislavskij/Strasberg, nella contact improvisation, nel metodo di scrittura
scenica. Diplomata al Corso di Formazione Superiore per Attori di Emilia Romagna
Teatro.
Da circa vent'anni affianca l'attività teatrale con quella pedagogica.
Nel 2004 fonda la compagnia TeatRing di Milano, nella quale è direttrice
artistica e regista.
Arriva finalista nel 2009 al Festival Internazionale di Regia Fantasio Piccoli.
Con lo spettacolo "Tu, mio", con la sua regia, vince il Premio AEnaria 2015 come
miglior spettacolo e arriva finalista al concorso nazionale VDA La Voci
Dell'Anima (finale: novembre 2016)

Martina Folena

Martina Folena (18.03.1993) Maturità classica, dopo un anno di Servizio Civile presso la Biblioteca Comunale di Trento durante il quale si forma come narratrice per l’infanzia, entra alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano dove si diploma nel 2015 in regia teatrale. Nell’ultimo anno si dedica a diverse realtà: viene scelta da Antonio Latella nella rosa dei drammaturghi al progetto di alta formazione di ERT “Santa Estasi” e firma la riscrittura di “Eumenidi” al Teatro delle Passioni di Modena, recita come co-protagonista in una produzione europea di prossima uscita al cinema, si specializza ulteriormente in narrazione col Bando Giovani Narratori del Teatro dell’Orsa. Appassionata di fiabe e folklore, sente un forte legame col mondo dell’infanzia, il cui dialogo ed esplorazione sono una costante nei suoi progetti.

Michele Segreto

Nasce a Brescia nel marzo del 1989, si forma prima come attore per poi spostarsi sulla regia.

Nel 2013 si laurea in Storia del Teatro e Drammaturgia con una tesi dal titolo "Macbeth, il suo destino, il libero arbitrio".

Lo stesso anno fonda il ServoMuto Teatro. È assistente alla regia per Le folli stagioni di Luca Micheletti (Premio UBU 2011) produzione I Guitti e CTB – Centro teatrale bresciano. Viene selezionato da Claudio Longhi per un percorso di alta formazione presso ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione indirizzato ad attori, registi e dramaturg. Nel 2015 il primo studio dello spettacolo POLVERE, di cui cura la regia, viene proclamato vincitore della VI edizione del Premio delle Arti L. A. Petroni di Residenza IDra e successivamente vincitore di Tagad’Off – Festival della Nuova Drammaturgia Lombarda. Nel 2016 è selezionato da ERT per partecipare a FIND – Festival International New Drama presso lo Schaubühne Theater di Berlino. Nel 2016 lo spettacolo PhoebusKartell, vince il Premio Scintille 2016 e viene inserito nel programma di residenze artistiche di Villa Pini di ERT – Emilia Romagna Teatro e Arena del Sole di Bologna.

Niccolò Matcovich

Classe ’89, nasco e cresco a Roma, città eterna, eternamente immobile, finché allo scoccare dei 22 scappo a Milano per un percorso triennale come drammaturgo alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Alle spalle, una brevissima parentesi universitaria nella capitale, varie esperienze teatrali tra la regia, la scrittura e la recitazione, tanti (troppi) corsiseminari-laboratori-workshop e chi-più-ne-ha-più-ne-metta, qualche tentativo (fallito) di metter su compagnia. Finita la Grassi, quattro belle esperienze di regia lirica, sempre a Milano, in un contesto giovane e dinamico. Tornato a Roma, fondo la Compagnia Habitas insieme alla mia instancabile compagna di avventure Livia Antonelli, alias Gnomo. Da gennaio ad oggi, la Compagnia cresce come una pupetta, tra grandi sforzi, piccole soddisfazioni, amare delusioni e molta, molta determinazione.

Pier Lorenzo Pisano

Regista, drammaturgo, attore. Frequenta il corso di regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nei suoi lavori confluiscono la formazione attoriale, (Accademia Teatrale Veneta, Guildhall School Of Music and Drama), e l’interesse per la scrittura, approfondito con professionisti come Stefano Massini, Michele Santeramo, Beppe Severgnini, Gianrico Carofiglio. Nel 2014-2015 è assistente alla regia nello spettacolo “7 Minuti”, regia di Alessandro Gassmann.

Pierpaolo Saraceno

Pierpaolo Saraceno, regista, attore e drammaturgo classe 1987. Nato ad Augusta, in Sicilia comincia la sua formazione teatrale nel 2004 con un laboratorio metodo Cechov – Uta Hagen. Nel 2007 continua presso la scuola Cinema Immagina di Firenze. Si diploma nel 2010 presso il “Centro Internazionale di Teatro” di Olga Melnik e studia dal 2010 al 2013 presso il “Centro Duse International” di Roma con Francesca De Sapio. Nel 2013 inizia uno studio critico e teorico presso il Dams di Roma Tre. Lavora con importanti artisti del settore Teatrale e Cinematografico italiano, quali Marco Tullio Giordana, Antonello Grimaldi, Neri Parenti, Roberta Torre, Guido Cerniglia, Massimiliano Pazzaglia e fonda nel 2013 la Compagnia Onirika del Sud, con la quale affronta impegnative tornèe annuali. Tra le sue Opere troviamo “RADIO AUT La voce di Peppino Impastato” e “LA DONNA CHE DISSE NO”. Con la prima di queste gira un film con Roberta Torre “Romanzo della Sicilia che cambia”.

Pietro Dattola

Autore e regista della compagnia DoveComeQuando di Roma, direttore artistico del Festival INVENTARIA, presiede il Premio di drammaturgia DCQ-Giuliano Gennaio.

Vincitore, tra gli altri, del Premio internazionale Flaiano e del Premio Oddone Cappellino. Diversi suoi testi sono stati messi in scena a Roma e Milano, anche da registi quali G. Marini, H. Taheri, A. Baracco e il maestro Giorgio Albertazzi.

Traduce opere e saggi di maestri del settore (Peter Brook, John Strasberg).

Si è  perfezionato in sceneggiatura per il cinema e la televisione al corso RAI-Script 2009.

Rajeev Badhan

RAJEEV BADHAN nasce nel 1983 a Feltre. Dopo una prima laurea in biotecnologie presso l’università di Padova consegue la laurea specialistica in Progettazione e produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia e si diploma come attore all’Accademia Teatrale Veneta specializzandosi poi al Centro Sperimentale di Cinematografia. Continua a studiare con alcuni dei più importanti maestri della scena contemporanea come Thomas Ostermeier, Declan Donnelland, Virgilio Sieni, Christiane Jathay presso la Biennale di Venezia . Nel 2012 fonda la compagnia SlowMachine ed è regista degli spettacoli prodotti dalla compagnia, di progetti video indipendenti, spot e lavora come attore sia per il teatro che per il cinema. Nel 2013 vince la menzione speciale per la sceneggiatura  “Il Ritorno” al concorso “Nuove opere cinematografiche” indetto dalla Regione Veneto. Dal 2014 è Ideatore, Direttore Artistico e Organizzativo della stagione teatrale del Teatro Comunale di Belluno  BELLUNO MIRAGGI. Oltre a svolgere un’attività formativa per il teatro è docente presso il laboratorio di regia video dell’Istituto superiore Leonardo da Vinci.

Riccardo Mallus

Regista, diplomato in regia presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano, si specializza al corso internazionale di pedagogia della scena condotto da Anatolij Vasiliev e continua la sua formazione seguendo il workshop di Antonio Latella all’interno della Biennale College 2015.

Collabora con teatri, accademie, start up culturali, imprese sociali e compagnie indipendenti.

Ideatore e regista del Trittico della Guerra, produzione Guinea Pigs; regista e coordinatore artistico di Tournée da Bar, progetto con il quale debutta con la Shakespeare’s Bar Trilogy; coordinatore artistico di Identità Milano, progetto di Scuola Paolo Grassi, Triennale e Comune di Milano; cura la messa in scena di Passati col rosso, reading-concerto di e con Gino&Michele; ideatore e regista di Waiting to Go e Mahagonny la città trappola, spettacoli prodotti dal Teatro Carcano con in scena attrici e attori detenuti. Insegna recitazione nei corsi Serali e Openclass della Scuola Paolo Grassi.

Rolando Macrini

Rolando Macrini ha realizzato numerosi spettacoli messi in scena a in Italia e all’estero. Tra gli altri Il Grande Inquisitore, Hamletmaschine, La Fattoria degli Animali andato in scena nel 2003 al Teatro La MaMa di NY, e Galileo (progetto vincitore del premio Giovani Artisti Italiani del MIBAC nel 2005) realizzato in collaborazione con il Dzinot Theatre (Macedonia), La MaMa di New York e l’Università di Viterbo. Dal 2009 ha dedicato buona parte del suo lavoro a Bulgakov, realizzando la messa in scena di Cuore di Cane e Le Uova Fatali con l’Ariel Theatre in Romania. Come compositore ha scritto diversi pezzi per opere e spettacoli teatrali. Per anni ha lavorato nel Centro Universitario Teatrale di Viterbo, conosciuto per le sue opere dal carattere sperimentale, musicale e visivo.

Samuele Chiovoloni

Incontra Teatro di Sacco di Perugia e il regista Roberto Biselli nel 2006 con il
quale inizia un percorso di formazione artistica e professionale.
Nell’anno 2008\09 frequenta la Scuola Holden di Torino diretta da Alessandro
Baricco, segue i corsi tenuti dallo scrittore italiano Fabio Geda sulla
narrativa e sulla costruzione del romanzo.
Prosegue lo studio teatrale con Danio Manfredini, Naira Gonzalez, Cesare
Ronconi, Fabrizio Arcuri, Massimiliano Civica, Francesco Bolo Rossini, Silvia
Gallerano, Daria Menichetti (danza sensibile), Cristian Ceresoli (drammaturgia),
Simone Nebbia e Lucia Medri TEC (critica teatrale). Selezionato da Yasmina Reza
e Pascal Rambert per Biennale College.
Lavora stabilmente con Teatro di Sacco come formatore teatrale e regista.
 

Saverio Tavano

Saverio Tavano (Messina 1982) drammaturgo e regista. Tra le sue produzioni più importanti: “PATRES”, miglior spettacolo Festival Inventaria 2014, Premio contro le mafie del MEI 2014, secondo premio Festival Cervi. E’ fondatore di “Nastro di Möbius” centro di produzione e residenza artistica è direttore artistico del FESTIVAL INNESTI CONTEMPORANEI di Squillace (CZ).

Silvia Zoffoli

Dopo un percorso fra cinema e teatro, da attrice a regista, passando per una laurea in Dams, il  montaggio cinematografico, la scrittura giornalistica e un documentario sulla metodologia di direzione  degli  attori  di tre  registi  italiani  (M.Bellocchio,  G.Bertolucci,  E.Olmi),  nel  2009  comincia  a mettere  in  scena  suoi  testi  teatrali originali. Debutta  con “Hannah  e  Mary,  un’amicizia  ordinaria  fra  due  donne  straordinarie”  che,  nel  2010, viene scelto  dal  Teatro' Quirino'Vittorio Gassman di  Roma per la rassegna Autogestito; mentre  con "Amalia  e  basta” (1°premio Monologhi "Sipario Autori Italiani"P2012, 1°premio Testo Teatrale "InediTO Colline  di  Torino”P2012,  2°premio  di  drammaturgia  "Teatro  e  disabilità”P2011)  ha  girato  diversi  teatri  italiani  e  nel  2014  ha  vinto il  bando  nazionale  “OFFerta  Creativa”. Selezionata  per partecipare ai workshops'alla Biennale Teatro con Wajdi Mouwad (2013) e Romeo Castellucci  (2016),  nel  2015  ha  firmato  la  regia  di “Madri  come  Dio  vuole” in  scena  alla Triennale' di  Milano per “Il Tempo delle Donne”. Il suo ultimo testo, “Mors tua vita mea”, è uno spettacolo in  attesa di produzione.

Simona Epifani

Nata a Brindisi il 5 Luglio del 1991. Sale su un palcoscenico per la prima volta all'età di 4 anni. Unisce, poi, alla sua grande passione lo studio della tecnica recitativa nella Scuola Di Musical "Fabbrica di Stelle" di Brindisi con Jenny Ribezzo e con il Mº Rino Cassano.

In questi anni studia anche canto,dizione e danza.

Nel 2015 si diploma "Attrice" ed "Aiuto regista" c/o l'Accademia Internazionale di Teatro con la votazione 30/30.

Fra le materie studiate: dizione e uso della voce, commedia dell’arte, danza contemporanea, recitazione in versi, recitazione in camera, canto, maschera neutra, tragedia, teatro della fiera, Maschera di Basilea, regia, sceneggiatura, pantomima, clown, buffone medievale e moderno, acrobatica e teatro-danza. Ha approfondito i suoi studi con Silvia Marcotullio, Emmanuel Gallot Lavalée, Daniele Nuccetelli, Fiammetta Bianconi, Marco Paciotti, Patrizia La Fonte, Marco Chenèvier e Arcangelo Iannace.

All'attivo le regie delle Produzioni Teatro Kopó di : Una donna sola di Franca Rame, Coppia che scoppia - liberamente tratto da “Due di noi” di M. Frayn , Le bombe sono tutte buttane - di G. Arnone – Selezione premio Scenario, Tra moglie & Marito…- liberamente tratto da “La noia” di S. Bobrick.

Tommaso Pitta

Tommaso è laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano e diplomato in Regia Teatrale presso la Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi. Ha iniziato a lavorare in teatro per la compagnia Teatri Uniti come assistente alla regia di Toni Servillo. Successivamente ha scritto e diretto spettacoli per teatri quali il Teatro Stabile delle Marche e il Teatro Stabile di Napoli. Tra questi: “Domenico Scandella detto Menocchio. I processi dell’Inquisizione”; “Interviste con uomini schifosi” – progetto vincitore del concorso nazionale Nuove Sensibilità 2008 – e “Il matrimonio De Falco”. Nel 2010 Teatri Uniti ha prodotto il suo primo cortometraggio, “Già Domattina” con il quale è stato ammesso alla National Film and Television School, la scuola nazionale di cinema del Regno Unito. I suoi cortometraggi hanno partecipato a oltre cento festival internazionali e hanno vinto numerosi premi prestigiosi. Questo autunno Tommaso dirigerà “Orphans” di Dennis Kelly, prodotto dal Teatro Stabile delle Marche e dal Teatro Elfo Puccini di Milano.

Valentina Carbonara

Valentina Carbonara (Napoli, 1983) sviluppa una dipendenza dal teatro in età abbastanza precoce che la porta a diplomarsi nel 2002 all’Accademia d’Arte Drammatica del M° G.Guidi. Continua gli studi teatrali “inseguendo” in giro per l'Italia figure quali D.Manfredini, D.De Fazio, F.Cerlino, D.Enia,  F.Timi e Fibre Parallele. Collabora con il Nuovo Teatro Nuovo di Napoli in varie forme professionali ed è assistente alla regia di Ricci/Forte (Troia's discount, 2006). Dal 2006 collabora con realtà indipendenti come attrice e assistente alla regia, con Sara Sole Notarbartolo/Taverna Est (Nora, Santa Lucia della Bella Speranza) e poi con Franca Battaglia/Auèr (La bella Lena – finalista Scenario 2009, ‘A Ragna). Dal 2007 si occupa anche di teatro infanzia come attrice (I Teatrini, Napoli) e come regista (Kalì, selezione Scenario Infanzia 2010). Nel 2012 fonda il duo Esposti e si dedica alla regia (Rosa Nurzia (Pena de l’Alma), Carne, Giovanni e Gesù) e, ad oggi, non riesce a immaginare di fare nulla di diverso.

Vittoria Citerni di Siena

Classe 1992, durante il liceo Vittoria si unisce alla compagnia teatrale "Il Quadriportico" di Roma. Nel 2014 si laurea in Regia Cinematografica alla RUFA-Rome University of Fine Arts. Tra sue regie teatrali: "Vissi d'arte, Vissi d'amore", prodotto da Latina Lirica alla Rocca Aldobrandeschi di Scarlino (GR), "Il Calapranzi" di H. Pinter al Teatro Lo Spazio di Roma, "Harry, Sally ed Io" di N. M. de' Piccioli al Teatro Cometa Off di Roma, "Piccoli Crimini Coniugali" di H. E. Schmitt al Teatro Trastevere di Roma, "PRIMO QUADRO" all'Auditorium dell'Ars Medica di Roma. Ha inoltre lavorato a Roma come aiuto regista ed assistente di produzione, oltre che a Londra e Madrid, dove ha anche vissuto. A  Londra è stata aiuto regista di Andy McQuade nello spettacolo "Phoenix" di D. Fried al Phoenix Artist Club di Londra e aiuto regia, sempre di McQuade nello spettacolo prodotto da Aloff Theatre "Tales of Melikmamed" al Chelsea Theatre; ha inoltre lavorato presso il Finborough Theatre. Tra i suoi lavori video i cortometraggi: "Io Ci Credevo", "5 MINUTI", "Il Risveglio", il booktrailer "Progetto AE", alcuni video di automotive e lo SPOT per il Brand POLO, due aiuto regie di lungometraggi: "A DARK ROME" di A. R. Zabala e "L'altra faccia del destino" di F. Spagnolo. Parla perfettamente inglese e spagnolo. In preparazione, la regia degli spettacoli "Piccoli Crimini Coniugali" di H. E. Schmitt al Castello della Loggia (TO) e al Teatro Piccolo Cts di Caserta; "La Sorpresa" di Luigi Passarelli e di "Harry, Sally ed Io" al Teatro L'Aura di Roma; "Giro di Vite" di H. James al Teatro Trastevere di Roma.

Please reload